Superare i traumi con l’EMDR

emdrNelle nostra vita siamo soggetti ad eventi traumatici e stressanti, sempre e comunque. Il trauma infatti è una ferita dell’anima che si verifica nelle situazioni di pericolo di vita come aggressioni, guerre, terremoti, catastrofi (traumi con la T maiuscola, con rischio per la propria vita), ma anche quando sperimentiamo disagi, privazioni di affetto e abusi in senso ampio durante l’infanzia e l’adolescenza (traumi con la t minuscola, di tipo relazionale).

L’essere stato vittima di un evento traumatico porta a conseguenze che possono essere riscontrabili non solo a livello emotivo, ma lasciano il segno anche nel corpo di chi è sopravvissuto. Le ricerche scientifiche hanno dimostrato che le persone che hanno vissuto traumi importanti nel corso della vita portano i segni anche a livello cerebrale, mostrando, ad esempio, un volume ridotto sia dell’ippocampo che dell’amigdala.

Il problema maggiore che si riscontra nella Psicoterapia classica è che la persona, pur sapendo razionalmente che l’evento è accaduto ormai tanto tempo fa e che adesso non ha nulla da temere, continua a stare male sia a livello emotivo, che psicofisico e relazionale. Come dire: “ormai so tutto del mio problema, ma il problema resta sempre lo stesso, e fa male come prima!”

Con l’EMDR si può realmente guarire il trauma in maniera naturale, aiutando il Sistema Nervoso a rielaborare le informazioni bloccate. L’EMDR è un metodo psicoterapico eccellente e che dà risultati immediati e stabili nel tempo. L’EMDR facilita il trattamento di diverse psicopatologie e problemi legati sia ad eventi traumatici, che a esperienze più comuni ma emotivamente stressanti.

EMDR è un approccio psicoterapico interattivo e standardizzato, scientificamente comprovato da più di 20 studi randomizzati controllati condotti su pazienti traumatizzati e documentato in centinaia di pubblicazioni che ne riportano l’efficacia nel trattamento di numerose psicopatologie inclusi la depressione, l’ansia, le fobie, il lutto acuto, i sintomi somatici e le dipendenze. 

Il Trattamento EMDR si applica con successo anche ai bambini, come si spiega in questo video.

 

Alcune delle reazioni successive che possono comparire in seguito all’evento traumatico:

  • Pensieri intrusivi – Arrivano involontariamente pensieri, ricordi e immagini di quello che è successo. Compaiono soprattutto in momenti di rilassamento, per es. prima di dormire e si accompagnano di un senso di disagio.
  • Problemi di sonno – In genere il sonno è leggero, ci si sveglia spesso, si hanno degli incubi o sogni ricorrenti dell’evento.
  • Associazione con altri stimoli – È comune che alcuni stimoli ambientali, persone o situazioni richiamino l’evento in modo involontario. Questo è dovuto al fatto che l’evento viene associato ad altri fattori che provocano un certo malessere o ansia. Ovviamente lo stimolo da solo, se non venisse associato all’evento traumatico, non genera alcun disagio.
  • Difficoltà di concentrazione – Poca concentrazione in attività quale la lettura, la visione di un film, ecc.
  • Reazioni fisiche – Problemi di stomaco, senso di nausea, stanchezza.
  • Disperazione – È difficile accettare i fatti attuali e non si riesce a pensare al futuro in modo adeguato.
  • Colpa – Si ha senso di colpa ad esempio per essere sopravvissuti quando un’altra persona è morta o ferita gravemente. C’è una tendenza a colpevolizzarsi per non avere fatto a sufficienza. È comune dirsi: “Se io solo avessi…”
  • Vulnerabilità – Paura del futuro oppure impazienza e irritazione con gli altri, sopratutto con i familiari. Indifferenza verso cose che prima dell’incidente erano molto importanti per la persona. Questo a volte crea incomprensione con gli altri da cui scaturiscono ulteriori difficoltà.
  • Il significato della vita – Le persone pensano ripetutamente a quello che è successo per cercare di capire e dare un senso a quanto accaduto. Sono molto comuni pensieri riguardanti la vita e la morte e le cause che hanno portato all’evento traumatico vissuto. Ci si rende conto di essere estremamente vulnerabili e si è in apprensione rispetto all’eventualità che l’evento traumatico possa ripresentarsi nuovamente. (fonte: www.emdr.it)

Qualche considerazione su EMDR (diretta Facebook)



Se stai sperimentando disagio psicologico, emotivo o relazionale in seguito ad un trauma (piccolo o grande che tu lo consideri), il mio consiglio è di cercare aiuto e rivolgerti ad un terapeuta EMDR. L’efficacia del metodo è talmente veloce che dalla prima seduta sarai già in grado di valutarne i benefici per continuare a liberare un ricordo alla volta per lasciare finalmente e veramente il “passato nel passato”.

Dr. Roberto Ausilio
Psicologo della Salute – Psicoterapeuta abilitato EMDR
tel. 328 4645207 – mail

CONTATTAMI PER INFO

 

Roberto Ausilio

Psicologo Psicoterapeuta. Per info e appuntamenti tel. 328 4645207

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


*